Ass.ne CANOSSA STONE

CANOSSA STONE Associazione di Promozione Scultura

Canossa Stone nasce nel 2010 come associazione affiliata ARCI (per volontà degli insegnanti e degli allievi) ed ha come obbiettivo sostenere e promuovere la”Scuola della lavorazione artistica della pietra del Comune di Canossa”: in particolare la promozione dei suoi corsi annuali, l’esposizione delle opere realizzate e l’organizzazione di eventi che diffondano il lavoro della scuola stessa.

 

 

 

La Scuola di Scultura su pietra di Canossa – A cura di Marzio Dall’Acqua

Quest’anno la Scuola compie 25 anni. Infatti dal 1991, da ottobre a maggio,  è attiva la “Scuola di Scultura su Pietra” , tra il castello di Rossena e quello di Canossa, promossa dal Comune di Canossa. Sul digradare delle colline, nata nel nome della tradizione della scultura romanica di età matildica, detta appunto “Canusina”, la scuola è anche motivata dalla vicinanza con le cave tradizionali di arenaria,che per millenni hanno fornito la materia prima a scultori e scalpellini, a decori sacri e profani, a strutture architettoniche ed edilizia, comprese le costruzioni “spontanee” di case e pievi appenniniche.

La Scuola di Scultura su Pietra è un laboratorio, sospeso tra bottega artigiana e accademia: ci si confronta con la materia, ma anche con l’esperienza di maestri in loco e quelli di artisti che lavorano il marmo a Carrara. Nata grazie a Giuseppe Barbieri, muratore restauratore(1922-2002),è venuta crescendo per l’apporto generoso e sapiente di Vasco Montecchi, scultore di fama internazionale, che ancora si mette a disposizione degli allievi.  Ora la Scuola è diretta da Luca Prandini, scultore che, formatosi nella scuola stessa, ha raggiunto elevati risultati personali.

Alla scuola si possono iscrivere tutti coloro che sono interessati a scoprire e sperimentare il linguaggio scultoreo sia con la creta che con la pietra, anche senza una formazione precedente. Come una bottega medievale tra artigianato ed arte, gli allievi della scuola realizzano le loro opere, con l’umiltà di coloro che conoscono la durezza del dialogo con la pietra, ma anche con la forza interiore di quelli che sono abituati a misurarsi con le montagne e le salite.

Parma, maggio 2016

Marzio Dall’Acqua
Presidente dell’Accademia Nazionale di Belle arti di Parma